Alimentazione estiva: facciamo il pieno di salute

La natura ci viene in aiuto con una maggior varietà di frutta e verdura ricche di quelle preziosissime sostanze alleate della nostra salute

Alimentazione estiva: le scelte corrette

L’estate e le vacanze possono diventare un’occasione per prendersi cura della propria salute e benessere, abbiamo più tempo, siamo lontani dallo stress del lavoro e possiamo rigenerare il nostro organismo con una alimentazione tonificante e antinvecchiamento.
Ricordiamo che sole non è solo abbronzatura, infatti per la nostra salute il sole significa soprattutto vitamina D. Questa vitamina svolge importantissime funzioni che vanno dalla formazione delle ossa alla prevenzione dei tumori, ma dagli alimenti non se ne trae quasi mai il fabbisogno giornaliero. Esponendosi al sole la nostra pelle sintetizza la vitamina D, il sole però va “dosato” per usufruire dei suoi benefici ed evitare rischi.
La natura ci viene in aiuto con una maggior varietà di frutta e verdura ricche di quelle preziosissime sostanze alleate della nostra salute.
Scegliamo alimenti ricchi di antiossidanti che non solo contrastano i processi di invecchiamento cellulare, ma stimolano il metabolismo, il rinnovamento cellulare e perché no anche una bella abbronzatura.
Impariamo a scegliere gli alimenti giusti nella nostra dieta di ogni giorno:
Le verdure rigeneranti e drenanti:
carote, cicorie, cipolle, cipollotti, fagiolini, indivie, lattughe, peperoni, piselli, pomodori, radicchi rossi, ravanelli, rucola, melanzane, zucchine, sedano, spinaci, valeriana.

Tutti questi ortaggi sono ricchissimi di vitamine, sali minerali e antiossidanti, meglio se consumati crudi perché conservano meglio le loro proprietà nutrizionali.
Possiamo usare anche i colori come guida per la scelta:
Alcuni importanti antiossidanti si trovano anche nei frutti e semi oleosi come l’olio extra vergine di oliva (vitamina E, polifenoli) e gli oli monoseme. Nel caso di spremute alcune vitamine si possono ossidare velocemente pertanto è bene berle appena fatte. Nel pomodoro invece il licopene permane anche dopo la cottura, ma si perde la maggioranza della vitamina C contenuta in questa verdura.

Il rosso indica la presenza di licopene e antocianine, che favoriscono la naturale protezione delle cellule dai radicali liberi.
Il giallo arancio è fonte di carotenoidi e flavonoidi che aiutano a proteggere la vista, possono prevenire l’invecchiamento cellulare e rafforzare la risposta immunitaria.
Il verde indica la presenza di clorofilla, magnesio, acido folico, carotenoidi e polifenoli che aiutano a rinforzare i vasi sanguigni, le ossa, i denti e possono migliorare la funzionalità del sistema nervoso.
Il viola-blu indica la presenza di antocianine, potassio e magnesio che possono combattere la fragilità capillare e prevenire l’aterosclerosi, aiutando a migliorare la memoria.
Il bianco garantisce un apporto di quercitina, composti solforati, flavonoidi, potassio e selenio che possono regolare i livelli di colesterolo, mantenere la fluidità del sangue oltre ad avere effetti benefici sul tessuto osseo.
Ottima quindi anche la frutta fuori pasto, in spiaggia per esempio preferiamo smoothie, centrifugati e frullati a bevande zuccherate, ottimi per idratare l’organismo e rendere la nostra abbronzatura più intensa.
Per quanto riguarda i cereali l’orzo in chicchi ha proprietà diuretiche e rinfrescanti, favorisce l’eliminazione dei liquidi in eccesso e contrasta la cellulite.
Sono indicati anche il riso in chicchi (integrale o parboiled, che conservano gran parte dei principi nutritivi) e il grano, sotto forma di pasta o pane integrale, oppure in chicchi per ottime insalate arricchite da pomodorini, valerianella, tocchetti di zucchine, carote e sedano ecc.
Per quanto riguarda le proteine, per la carne meglio quelle bianche (pollo, tacchino), ma meglio ancora il pesce ricco di grassi essenziali, vitamine del gruppo B e minerali preziosi per la salute del nostro organismo e della nostra pelle.
Anche le uova non dovrebbero mancare dalle nostre tavole, meglio alla coque o in camicia, sono ricche di vitamina A, che stimola la produzione di melanina, favorendo quindi una tintarella naturale.
Per quanto riguarda i latticini, yogurt magro, magar con aggiunta di frutta fresa, e formaggi freschi come ricotta, primo sale, cagliate, mozzarella, sono una fonte importante di vitamina A utile per la produzione di melanina.
Per il condimento scegliere quelli vegetali in particolare l’olio d’oliva extravergine, ricco di acidi grassi essenziali utili per mantenere cuore e arterie in salute.>
Cerchiamo di limitare l’uso di grassi e aumentiamo quello di fibre: riduciamo il consumo di cibi precotti e/o inscatolati, quelli ricchi di zuccheri raffinati e di grassi saturi (soprattutto di origine animale), ma anche quelli troppo cotti, che non aiutano l’organismo ad adattarsi al caldo della stagione e perdono gran parte delle vitamine e degli enzimi che contengono. Alimenti di questo tipo appesantiscono, provocano gonfiori addominali, ritenzione e sovrappeso. Facciamo abbondante uso anche di erbe aromatiche basilico, rosmarino, salvia, prezzemolo, insaporisco le pietanze diminuendo l’uso di sale e condimenti grassi.
Da evitare invece salumi, insaccati, carni in scatola ricche di sale e conservanti, dadi da brodo, burro e salse a base di panna, zucchero bianco e dolciumi, fritture, bibite gassate e dolcificate, alcolici. Il caffè va assunto con moderazione, nella misura di 3 tazzine al giorno.