Le proteine a colazione fanno bene a corpo e mente

Le proteine a colazione fanno bene a corpo e mente
Un ulteriore conferma: una colazione ad alto contenuto proteico influenza l’assunzione energetica successiva, la sazietà, i livelli ormonali regolatori dell’appetito, migliorando le prestazioni cognitive 
Ricordiamo che quando l’organismo viene sottoposto a una sorta di digiuno l’ equilibrio tra le sostanze che determinano ricerca di cibo (Grelina, NPY, insulina) e quelle che invece riducono l’appetito (leptina,  colecistochinina ….) viene alterato dalla mancanza di cibo, più precisamente questi delicati meccanismi fanno sì che resta elevato NPY che rimane attivo anche dopo che si ricomincia a mangiare determinando una conseguente bramosia di cibo.

Quindi quando ci si sottopone ad un programma alimentare correttoè utile iniziare bene già dal mattino introducendo la giusta quantità di proteine perché ciò comporta un controllo dei picchi glicemici e la attivazione della produzione di leptina (anoressizzante) con funzioni di regolazione ormonale, attivazione del metabolismo, controllo della fame e conseguente dimagramento.
Una colazione ricca di proteine  aumenta la sensazione di sazietà e migliora la performance in test di concentrazione cognitiva prima del pranzo, sebbene non riduca l’apporto energetico giornaliero totale, rispetto a una colazione isocalorica a basso contenuto proteico o all’omissione della colazione. È questa la principale conclusione di uno studio guidato da Mette Hansen, del Dipartimento di Salute Pubblica dell’Università di Aarhus, in Danimarca, appena pubblicato sul Journal of Dairy Science.

La domanda dei ricercatori che hanno effettuato lo studio risiede nell’indagine su come una colazione ad alto contenuto proteico influenzi l’assunzione energetica successiva, la sazietà, i livelli ormonali regolatori dell’appetito e la prestazione cognitiva. Attraverso un disegno sperimentale crossover controllato e randomizzato, 30 giovani donne (età 18-30 anni) con BMI >25 kg/m2 sono state assegnate in modo casuale a consumare colazioni test con differenti contenuti proteici e carboidrati, seguite da un pranzo ad libitum.

I risultati rivelano che, rispetto a colazioni a basso contenuto proteico o all’assenza di colazione, quella ad alto contenuto proteico ha portato le giovani donne incluse nello studio a sentirsi più sazie e meno affamate, senza però determinare differenze nei livelli plasmatici degli ormoni intestinali che regolano l’appetito e la sazietà. Inoltre, rispetto all’assenza di colazione, solo la colazione proteica ha migliorato la concentrazione cognitiva due ore e mezza dopo l’assunzione del cibo. È interessante osservare che possa esserci una così grande differenza nell’effetto saziante di due pasti diversi con lo stesso contenuto calorico. Se alle donne del progetto fosse stato permesso di scegliere la dimensione del pasto da sole, è probabile che avrebbero consumato più cibo e quindi più calorie nel giorno in cui venivano servite pane e marmellata rispetto al giorno in cui venivano dati alimenti proteici.

Per l’approfondimento consigliamo la lettura :
Colazione: errori da non fare 
Quanto tempo dedicare alla colazione 
La colazione è fondamentale per star bene  
Pan cake a colazione per intolleranti e non 
Fai colazione e dimagrirai 
Colazione e umore  
Prima Colazione protezione per il cuore